Per proteggere la salute dei laghi italiani, Legambiente ha dato il via al viaggio della Goletta dei Laghi 2014.

Lo scopo di Legambiente è denunciare le possibili situazioni a rischio  e promuovere la salvaguardia dei territori. ” Eccessivo e incontrollato consumo di suolo. Tubature abusive, scarichi non depurati o depuratori spesso inefficienti. Eutrofizzazione, perdita di biodiversità. Ecco di cosa soffrono in nostri laghi” dichiarano da Legambiente. “Criticità preoccupanti, conseguenza di una gestione miope dei beni comuni, che possono compromettere la salute del prezioso ecosistema lacustre. I laghi costituiscono una risorsa fondamentale per i bisogni umani. Forniscono acqua per uso irriguo e potabile, prodotti ittici, svolgono funzioni di stabilizzazione del clima. Nei secoli, hanno rappresentato quegli elementi naturali attorno ai quali si sono sviluppate comunità, cultura, economia. Un pezzo fondamentale della nostra identità”.

Le tappe della Goletta dei Laghi saranno ventuno e al fine di facilitare il lavoro degli ambientalisti è stato attivato l’ SOS Goletta , per permettere a tutti i cittadini di poter segnalare autonomamente situazioni critiche in tutta Italia. La prima tappa della Goletta, tra il 25 e il 28 giugno è presso il Lago d’Iseo e poi proseguirà per tutta la penisola, attraverso vari appuntamenti:

28 giugno – 1 luglio: lago di Como, Lombardia;
2 – 5 luglio: lago Maggiore, Lombardia, Piemonte;
5 – 8 luglio: lago di Garda, Lombardia, Veneto;
9 – 10 luglio: lago Trasimeno e lago di Piediluco, Umbria, Toscana;
12 – 16 luglio: laghi Canterno, Albano, Nemi, Martignano e Bracciano, Lazio;
17 luglio: lago di Porta, Toscana;
18 luglio: Oasi di Polverina, Toscana;
22 – 24 luglio: laghi della Sicilia;
25 – 28 luglio: laghi della Sila, Calabria;
30 – 31 luglio: lago Pertusillo, Basilicata.

“Le situazioni di inquinamento sono ancora troppe – spiega Barbara Meggetto, portavoce della Goletta dei Laghi -, in particolare a causa degli scarichi abusivi diretti e della depurazione inefficiente. Lungo il nostro itinerario affronteremo i molti problemi che affliggono i territori attorno ai laghi, a partire dalla continua cementificazione delle coste e dalla perdita di biodiversità. Ma Goletta è anche la campagna che mette in evidenza chi ha saputo favorire nel proprio territorio uno sviluppo sostenibile contro qualunque forma di sfruttamento”.

L’inquinamento dei corsi d’acqua è una problematica non sono italiana, ma anche europea, tanto che nei giorni scorsi il report del Centro per la Ricerca Ambientale Helmholtz ha evidenziato come su 4.000 zone analizzate il 14% di queste siano infestate da sostanze nocive.

Fino ad ora il rischio è stato ampiamente sottovalutato, ma grazie all’impegno di Legambiente e di altre associazioni, si cerca di dare la giusta rilevanza  a queste problematiche ambientali, che diventano nocive anche per l’u0mo.