David Gandy modello dalla bellezza a dir poco indefinibile, icona di moltissime griffe come Dolce & Gabbana che ne ha fatto un vero e proprio idolo nei suoi spot, ha dichiarato recentemente di voler raggiungere la perfezione correggendo un minuto, quasi impercettibile difetto: quello della vista. David che a quanto pare all’occorrenza portava gli occhiali si è sottoposto ad un intervento con il laser per correggere e migliorare la vista. La confessione è stata fatta sul blog che scrive sul sito di Vogue UK e in un certo senso ha riscosso un eco non indifferente.

David Gandy, correzione della vista con il laser

Il modello, ammirato e sempre sulla cresta dell’onda nel mondo della moda ha finalmente trovato il tempo per realizzare quello che da tanto tempo sognava: migliorare la vista. Sembra, infatti, che David dovesse portare gli occhiali perchè non vedeva molto bene e sentiva l’esigenza di dover fare questa operazione, ma non era mai riuscito a farla per incompatibilità con i suoi molti impegni. Ha scritto David sul blog:

Riesco a vedere! Beh sono sempre riuscito a vedere, ma non particolarmente bene senza l’aiuto di lenti a contatto o occhiali ma alla fine ho trovato il tempo di sottopormi ad un intervento con il laser e ora posso vantare 20/10 di visione. Nel caso non abbiate mai sentito parlare dei 20/10 di visione, significa una vista due volte più chiara rispetto ai 20/20.

David si è sottoposto all’operazione  alla Focus clinic di Wimpole Street a Londra dove il dottore David Allamby  ha curato con devozione e attenzione i suoi occhi blu. Il modello si è detto molto soddisfatto della scelta fatta, ha aspettato ma oggi è finalmente contento di non dover mettere più gli occhiali, anche se siamo certi che le sue fans non avevano niente da ridire in proposito.

David Gandy un intervento delicato ma semplice

David ha voluto anche raccontare il suo percorso post operatorio, un percorso delicato ma molto semplice. Il modello è stato accompagnato dalla mamma perchè temeva che nel ritorno a casa potesse avere qualche difficoltà:

Dopo poche ore, mi ero praticamente dimenticato di essermi mai sottoposto all’intervento con il laser, negli occhi avvertivo giusto un po’ di secchezza, ma era tutto lì. Mamma Gandy è venuta con me per riaccompagnarmi a casa dopo l’intervento. Devo dire con sincerità, che sento che ce l’avrei fatta da solo, o forse è solo che non voglio che qualcuno guidi al posto mio!